Marketing WORLD - PKE Health Perspective | Notizie e recensioni su marketing farmaceutico e medical device | News

Telegram per le aziende: opportunità e strategie di successo

Telegram per le aziende: opportunitą e strategie di successoTelegram è tra le applicazioni di messaggistica che offrono più possibilità per il business. A differenza di alcuni fra i suoi principali competitor, Telegram permette di creare canaligruppichat segrete e utilizzare i bot, strumenti utilissimi per varie attività.

Entriamo ora più nello specifico analizzando tutte le potenzialità dello strumento.



Telegram: Canali e Gruppi

Telegram è un servizio di messaggistica istantanea e broadcasting basato su cloud che nasce nel 2013, grazie all'intuizione di due fratelli russi, Nikolai e Papel Durov. Stando ai dati del 2018, oggi la piattaforma ha superato i 200 milioni di utenti attivi in tutto il mondo.

Sono tre le caratteristiche fondamentali di interesse per le aziende:

  1. Completo anonimato degli utenti, che rende la piattaforma preferibile lato utente. Infatti, quando un nuovo contatto si iscrive al canale Telegram dell'azienda, quest'ultima non ha modo di conoscerne nome, cognome o numero di telefono
  2. API di pubblico dominio, in modo da consentire agli sviluppatori di implementare servizi, aggiungere modalità e opzioni, sviluppare bot
  3. Logica broadcast, per cui oltre a gruppi e chat segrete lo strumento permette di gestire i canali, di cui parleremo a breve

La possibilità di creare e gestire canali è ciò che differenzia Telegram da altre app di messaggistica: le aziende hanno così la possibilità di aggiornare in modo immediato i prorpi clienti su novità, promozioni, eventi.

Analizziamo più in dettaglio le differenze tra canali e gruppi, due strumenti molto utili per le aziende.

Canali

I canali sono uno strumento per diffondere messaggi a un ampio pubblico. I canali infatti hanno un numero illimitato di iscritti. Altra caratteristica che li rende "unici" è il loro carattere unidirezionale, per cui solo chi ha creato il canale, insieme ad altri amministratori, può inviare messaggi di vario tipo. Gli iscritti al canale possono fruire di tutti i contenuti senza la possibilità di commentare. Tuttavia, grazie ai bot (di cui parleremo meglio in seguito), è possibile generare interazioni di varia natura: inserire una reazione (le classiche utilizzate da piattaforme come Facebook), rispondere a survey, accedere a siti esterni tramite pulsanti, ecc.

Chi si iscrive a un canale può visualizzare tutti i messaggi precedentemente inviati dal gestore dello stesso, eccetto quelli eliminati che non saranno più visibili per nessuno. L'amministratore può infatti decidere di cancellare qualsiasi contenuto; oltre a questo può aggiungere membri (solo i primi 200), rimuovere membri, cambiare il nome del canale, la foto e il link, così come eliminare completamente il canale.

Altra cosa da tener presente nel caso dei canali è la distinzione tra pubblici e privati: i primi possono essere trovati, tramite username, nella ricerca di Telegram; i canali privati sono invece "società chiuse" a cui si può accedere tramite invito oppure dall'amministratore stesso.

Gruppi

I gruppi sono chat collettive alle quali possono partecipare fino a 200 utenti in contemporanea. Ogni membro può inviare messaggi, file, note vocali, sticker, ecc. Oltre i 200 iscritti e fino a un massimo di 200 mila, i gruppi Telegram diventano Supergruppi, ma le funzioni sono di fatto le stesse.

Come i canali, i gruppi possono essere pubblici privati: se un gruppo è pubblico, chiunque può trovarlo grazie al motore di ricerca interno alla piattaforma e iscriversi in piena autornomia; se un gruppo è privato, si può accedere solo tramite gli amministratori o link di invito.

Bot

Un internet bot è un software in grado di svolgere diversi compiti automaticamente, rispondendo a una serie di comandi. In telegram si tratta di veri e propri account che possono essere aggiunti alla lista dei contatti. Possono essere utilizzati per creare, giocare, effettuare ricerche, salvare promemoria, ecc.

Cosa sono i Bot di Telegram e quali sono i migliori? è un articolo molto interessante per approfondire il tema e scoprire alcuni dei migliori bot su Telegram.

Telegram per il business

Data la vastità di attività che è possibile svolgere sfruttando questa piattaforma, Telegram è in molti casi un'ottima soluzione per le aziende. Ecco alcuni scenari di utilizzo:

  • Le aziende che dispongono di una forza vendita possono avere la necessità di inviare comunicazioni per allineare tutto il team sui prodotti da promuovere, gli obiettivi da raggiungere, strumenti da utilizzare e qualsiasi tipo di comunicazione di interesse. Una soluzione è sicuramente la creazione di un canale Telegram a cui far iscrivere tutti i venditori in cui vengono veicolati contenuti quali testi, immagini, video, PDF, file audio, link esterni, ecc.
  • Altra necessità potrebbe essere quella di inviare a un target specifico, automaticamente, contenuti di ogni tipo. In questo caso, una volta creato il canale e invitati gli utenti di interesse a iscriversi, è possibile inviare campagne ogni qual volta ci sia un aggiornamento, ad esempio, sul sito web, come nuovi articoli nel blog, webinar, ebook.
  • Ipotizziamo ora di essere un'azienda che vuole creare una community a cui veicolare contenuti di vario tipo. Telegram può essere un ottimo strumento per il mantenimento stesso della community, in quanto permette di condividere informazioni di qualsiasi tipo, come ad esempio un nuovo evento in programma: in questo caso agenda, locandina, link per iscriversi, video, ecc. possono essere facilmente condivisi nel canale.
  • La piattaforma può poi essere utilizzata per promuovere prodotti, offerte e condurre all'acquisto. Ma non solo, possono essere inoltrati coupon, flash sale e promozioni con frequenza periodica.

Conclusioni

Da quanto visto in questo breve articolo è evidente che Telegram sia in grado di offrire innumerevoli opportunità per il mondo aziendale e, perchè no, anche per il farmaceutico. Immaginiamo di traslare quanto detto a un team di ISF a cui l'azienda debba mandare informazioni in tempi rapidi e sfruttando uno strumento agile da usare; o ancora immaginiamo di avere un gruppo di medici ingaggiati sui quali si vogliano svolgere attività di mantenimento, attraverso un canale o un gruppo di discussione su varie tematiche, ecc. Le opportunità sono molte, perchè non coglierle?


Autore:

Marta Latini

Marta Latini

Marta Latini è social media manager presso PKE srl, società nata per gestire i data base delle professioni sanitarie e la creazione di comunità profilate sulla rete Internet; laureata in biotecnologie farmaceutiche presso l’università degli Studi di Milano, ha implementato le sue conoscenze frequentando il master in management del settore Sanità Pharma e Biomed presso 24orebusiness school

Segui Marta Latini:  

Categorie

Iscriviti alla newsletter!